en-us-Come cantare in Inglese: quando "What You Say" diventa uociusei !

01/18/2020


No... quello che state provando a leggere nella foto scattata a Giovanni Caruso (uno dei mie allievi di canto che ha svolto un esercizio eccellente!), non è aramaico antico... è il testo del brano "Touchy Situation" dell'artista Jack Savoretti, ospite anche nell'ultimo Sanremo 2019.

Quando ci approcciamo alla preparazione di un brano in lingua inglese (ma il discorso vale anche per tutte le lingue che non sono la nostra lingua madre), l'errore più comune che commettiamo è quello di leggere il testo e pronuciarlo come "un italiano che legge l'inglese"...

L'effetto è proprio quello di un cantato "maccheronico" nei casi più disperati, o comunque qualcosa che un inglese o un americano non pronunciano in quel modo.

Se vogliamo quindi essere presi sul serio anche dal pubblico anglofono dobbiamo cambiare il nostro punto di attacco ed affrontare la questione dal punto di vista sonoro.

Il segreto sta nell'ascoltare in maniera maniacale quello che l'artista pronuncia e non quello che leggiamo nel testo. L'ideale sarebbe studiare il brano senza il testo davanti per evitare di incorrere in errore poiché la nostra mente è già abituata a leggere le parole inglesi in un certo modo.

Ascoltiamo quindi ogni suono emesso dal cantante originale è cerchiamo di riprodurlo esattamente come lo sentiamo e riportiamolo su carta scrivendone la fonetica.

Così come nell'esempio ironico (ma non troppo) riportato nel titolo, what you say diventerà in fonetica uociusei.

Ci accorgeremo che molte parole rispetto al testo originale saranno "storpiate" rispetto a come le pronunciamo noi ed alcune addirittura saranno "mangiate", cosa che facciamo anche noi italiani nelle canzoni, solo che non ce ne rendiamo conto perché comprendiamo perfettamente il senso dei versi.

Una volta terminata la stesura del testo in fonetica, non ci resta che provare a cantarlo sul cantato originario, verificare ulteriori differenze e correggere le ultime sillabe che non suonano come dovrebbero.

Alla fine, e solo alla fine, andremo a leggere il testo per comprenderne al meglio il significato e riuscire a trasmettere le emozioni che l'autore ha voluto regalarci.

Così facendo le vostre interpretazioni saliranno ad un livello superiore rispetto alla media dei cantanti italiani che cantano in inglese e potrete proporvi anche al pubblico estero vantando la vostra pronuncia perfetta!

Buona Musica!

Corso di Canto

Se vuoi imparare anche tu tutte le tecniche per migliorare le tue performance canore contattami al 3925001708 oppure invia una mail all'indirizzo info@artistionline.tv

OFFERTA PER CANTANTI (Anche principianti)

- PACCHETTO BASE 

5 Lezioni + 1 Lezione Omaggio 150 €

- PACCHETTO PRO

10 Lezioni + 3 Lezioni Omaggio 300 €


Sede delle lezioni ARTISTI ONLINE Rione CLN 4/b REGGIO EMILIA

Marco Gatti

Produttore Discografico e Vocal Coach

Clicca sul tasto qui sotto per leggere la Biografia completa.

MARCO GATTI SUI SOCIAL

Facebook: https://www.facebook.com/marco.gatti.982 

Instagram: https://www.instagram.com/artistionline/?hl=it

Sito web: www.artistionline.tv